L’Alta Via dei Monti Liguri

L’antico nodo viario della Liguria, frutto d’intelligenza e raziocinio, fu realizzato pietra dopo pietra per inerpicarsi sulla dorsale appenninica e per spostarsi più o meno agevolmente di valle in valle attraverso percorsi laterali e vie alternative. A questa viabilità, incerta e difficile, condizionata dalla conformazione accidentata dell’entroterra, prese spunto negli anni ’80 un progetto promosso dall’Unione Regionale delle Camere di Commercio, dalla Federazione Italiana Escursionismo, dal Club Alpino Italiano, patrocinato dalla Regione Liguria: l’Alta Via dei Monti Liguri. Questo itinerario, riscoperto in veste escursionistica e turistica, ricalca mulattiere e antichi sentieri di crinale lungo il displuvio che delimita il versante costiero, da Ventimiglia fino alla Piana di Sarzana.
Sono 440 chilometri caratterizzati da contrasti paesaggistici per la presenza dei monti a ridosso del mare, che rispecchiano pienamente le caratteristiche e le bellezze della Liguria, ideali per gli amanti del trekking.
Salvo rare eccezioni, anche biker ed escursionisti a cavallo possono percorrere le 43 tappe, distinte da dislivelli insignificanti, difficoltà minime, ideali anche per famiglie con bambini. Al percorso principale, evidenziato dal simbolo AV in campo bianco tra due bande rosse, si sovrappongono vie lastricate, vie asfaltate, vie di alpeggio e di transumanza, sentieri di collegamento che si spingono sempre più in alto, verso lo spartiacque, sia dal versante tirrenico sia da quello padano, immersi nei castagneti, poi nelle faggete, fino a giungere agli alpeggi e ai pascoli montani dove si aprono quegli orizzonti immensi che solo la Liguria sa dare.

Fonte: http://www.trekkinginliguria.it/

Posted on maggio 4, 2016 in Ita

Share the Story

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top